San Marino. FSGC, Tura spiega le motivazioni della non conferma dello staff della Nazionale

SAN MARINO. Sulla volontà della Federcalcio di non proseguire la collaborazione con lo staff tecnico della Nazionale, ufficializzata nel tardo pomeriggio di venerdì, interviene il presidente della FSGC Marco Tura, che spiega i motivi della decisione.

 

[c.s.] A due giorni dalla comunicata volontà – ai diretti interessati – di non proseguire con la collaborazione tecnica in scadenza al termine dell’anno solare, con riferimento alla sola Nazionale di San Marino, il Presidente Marco Tura, direttamente dagli Stati Uniti dove si trova in questo momento, commenta la decisione maturata nelle ultime settimane: “La scelta di cambiare guida tecnica è frutto di un’attenta ed approfondita verifica che ha coinvolto tutte le parti, dallo staff ai giocatori, passando per addetti ai lavori, sostenitori e – ovviamente – lo stesso Manzaroli. Quel che abbiamo rilevato è la necessità di dare un nuovo impulso all’ambiente e ad un gruppo che forse aveva smarrito il clima giusto per affrontare i gravosi impegni che attendono San Marino in campo continentale. In tal senso il Direttore Tecnico (Massimo Bonini, ndr) nelle settimane a venire presenterà al Consiglio Federale un ventaglio di nominativi tra i quali verrà selezionato il prossimo Commissario Tecnico della Nazionale”.

L’auspicio della governance del calcio sammarinese è che la nomina si possa concretizzare entro la fine del mese di gennaio 2018: nella quarta settimana dell’anno nuovo – infatti – a Losanna si terranno i sorteggi della prima edizione della UEFA Nations League, ai quali la Federazione Sammarinese Giuoco Calcio vorrebbe presentarsi col nuovo Commissario Tecnico al seguito. Un torneo estremamente affascinante ed importante, quello che scatterà il prossimo settembre – sottolinea il Presidente della Federcalcio: “Avremo la possibilità di confrontarci con realtà più vicine alla nostra, condizione che ci offre tante opportunità di crescita a tutti i livelli”.

Sull’identikit del futuro allenatore della Nazionale di San Marino, come anticipato ieri dal Direttore Tecnico Massimo Bonini, non c’è alcuna riserva in merito alla provenienza: “Non è escluso che il prossimo selezionatore della Nazionale possa non essere sammarinese – prosegue Tura –, ciò che conta è che abbia i requisiti giusti per affrontare questo tipo di impegno; dovrà dunque avere la personalità per poter stabilire un sistema di regole, coniugando competenze tecniche e peculiarità della nostra realtà di stampo dilettantistico. Quel che non dovrà mai mancare – questa volta da parte dei calciatori – è certamente il mix di passione, sacrificio ed abnegazione che da sempre contraddistinguono i nazionali sammarinesi, in grado di assottigliare il gap tecnico e fisico cui siamo sempre chiamati a confrontarci”.

Il tutto senza dimenticare quanto fatto sinora, che ha contribuito all’ulteriore crescita del movimento calcistico sammarinese in campo continentale: “A Pierangelo Manzaroli e a tutto lo staff che in questi anni hanno seguito la Nazionale di San Marino vanno i ringraziamenti miei e di tutta la Federazione Sammarinese Giuoco Calcio per quello che ha fatto in questi anni in cui ha guidato le nostre Nazionali; a tutti loro auguro le migliori fortune per il proseguo delle rispettive carriere professionali”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy