San Marino. Piergiorgio Baita, William Colombelli e Claudia Minutillo, condannati a 2 anni e 6 mesi

SAN MARINO. Poco fa il Commissario della  Legge   dr.  Roberto Battaglino ha emesso la sentenza di primo grado per il processo Mose, versante sammarinese o Mose2. Imputati: Piergiorgio BaitaClaudia Minutillo e William Ambrogio Colombelli.

Tutti condannati a 2 anni e 6 mesi. Confiscati i beni sequestrati
Prescritti altri reati. Per il reato di riciclaggio, il caso ritorna in istruttoria.

Colombelli, ex console della Repubblica di San Marino 

                                                                William Ambrogio Colombelli

Ciascuno, secondo l’accusa, aveva il suo compito. In particolare Pier Giorgio Baita dirigeva l’associazione a delinquere connotandola come struttura per raccogliere il denaro da utilizzare allo scopo di corrompere i funzionari pubblici italiani. La Minutillo, secondo l’accusa, svolgeva il ruolo di collegamento tra lesocietà sammarinesi e quelle italiane e tra le imprese e i pubblici funzionari da corrompere. Colombelli si occupava di fare tornare i fondi neri da San Marino nelle mani di chi li aveva versati, perché, così “ripuliti”, li potesse utilizzare per pagare le mazzette (da L’Informazione di San Marino).

 Colombelli veniva adoperato per trasferire il danaro, avendo un passaporto diplomatico. Era così addentro al mondo della politica a San Marino da chiamare ‘miei ragazzi‘ i Segretari di Stato anche in tribunale chiamato a testimoniare per il ‘famoso bonifico‘ di Banca Commerciale Sammarine  a favore della   chiacchierata Finanziaria Infrastrutture. Si arrivò ad una autentica umiliazione delle massime cariche della Repubblica quando venne in visita il governatore del Veneto Giancarlo Galan

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy