Nuovi orizzonti di ricerca e valorizzazione del patrimonio medievale della Repubblica di San Marino

SAN MARINO. Un incontro per presentare le ricerche multidisciplinari in corso.

[c.s.] Il Monte Titano è il nucleo fondativo su cui si incentra la Repubblica di San Marino e, con il centro storico di San Marino, costituisce un peculiare paesaggio culturale in cui aspetti storici, monumentali e naturalistici sono strettamente interdipendenti e simbiotici. Le fortificazioni del Titano ne sono la rappresentazione più evidente.

I restauri e gli interventi costruttivi sulle fortificazioni di San Marino, eseguiti negli anni ‘20 e ‘30 del ‘900 dall’ing. Gino Zani, hanno ingenerato la diffusa opinione che parti storiche (“originali”) dopo tali interventi siano limitate, con conseguenti problemi di conoscenza, conservazione e tutela di tali complessi architettonici e archeologici.

Mentre l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino sta curando gli aspetti di rilevamento degli edifici storico-monumentali con finalità di studio antisismico e documentando elementi architettonici nei corsi di disegno, nel 2015 gli Istituti Culturali-Musei di Stato hanno firmato un protocollo d’intesa con l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Roma per rilevare con metodi tecnologicamente avanzati le fortificazioni e svolgere un’analisi stratigrafica delle murature allo scopo di ricostruire in dettaglio le fasi edilizie. Negli anni 2016 e 2017 sono state condotte due campagne di rilevamento, a partire dal complesso architettonico e archeologico dalla Prima Torre.

L’incontro in programma martedì 28 novembre 2017 alle ore 10.00, al Teatro Titano, si propone di presentare le ricerche in corso, che, in un approccio multidisciplinare, vedono il coinvolgimento di differenti professionalità e competenze (archeologi, ingegneri, architetti).

Le nuove tecnologie 3D e strumenti di rilevazione consentono di effettuare analisi e ricostruzioni accurate, a fini di studio, conservazione, tutela, ma anche nella prospettiva di nuove possibilità di valorizzazione delle fortificazioni.

Info: archeo.museidistato@pa.sm; Facebook: Istituti Culturali Musei di Stato di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy