Il Segretario Zanotti sull’operato della Polizia Civile in materia di sicurezza stradale

Il Segretario per gli Affari Interni Guerrino Zanotti, pone l’accento su quanto emerge periodicamente, dai dati forniti dalla Polizia Civile in tema di monitoraggio e prevenzione degli incidenti stradali, nonché repressione di comportamenti illeciti da parte dei conducenti.
“Permettetemi innanzitutto di sottolineare l’importante lavoro svolto dalle forze di polizia ed in particolare dal Corpo di Polizia Civile che con la loro presenza costante sul territorio oltre alla dovuta azione repressiva sono elemento fondamentale nella prevenzione di comportamenti scorretti e pericolosi al volante. Esistono abitudini veramente pericolose e incivili sulle quali ogni cittadino ha il dovere civico di riflettere e di porre la massima attenzione sia quando è al volante che quando è in veste di passeggero”
L’uso del cellulare, di alcool, di sostanze stupefacenti, rappresentano comportamenti che possono essere definiti senza timore di smentita “criminali”. Oltre a essere un rischio per la propria incolumità e per quelle di ogni persona in transito sulle strade, sono cause di incidenti che hanno un costo sociale a carico del sistema sanitario e anche previdenziale.
Il Governo, che è anche impegnato sul fronte della messa in sicurezza della rete stradale e del perseguire l’obiettivo di una Repubblica Smart, che avrà anche l’effetto di una maggiore sicurezza stradale, vuole esprimere la propria soddisfazione per l’azione costante di vigilanza dalla Polizia Civile che non è mai venuta a meno anche in momenti di grave carenza di personale del passato.
“Le donne e gli uomini guidate dal comandante Vicini, sono impegnati quotidianamente in molteplici compiti, e spesso non visibili alla maggior parte dei cittadini, ma mantengono al massimo delle potenzialità la loro presenza sulle strade – prosegue il Segretario Zanotti – e preannuncio che nei prossimi mesi si aprirà il confronto con il Sindacato sui temi legati all’applicazione della riforma della PA alla Polizia Civile e sul potenziamento del corpo in termini di risorse tecnologiche di organizzazione del lavoro e di impiego delle risorse umane.”
A questo scopo, la Segreteria di Stato e il Direttore di Dipartimento Affari Istituzionali, Dottoressa Catia Crescentini, stanno approfondendo la verifica dei compiti del Corpo di Polizia Civile anche comparandoli a quelli svolti dagli altri corpi al fine di avere un quadro che permetta una sempre più fattiva collaborazione ed efficace azione interforze. Tale studio, che coinvolge i Comandati dei Corpi di Polizia, sarà propedeutico al prossimo progetto di legge sull’Ordine Pubblico e la Pubblica Sicurezza che il Governo sta predisponendo attraverso il lavoro congiunto tra le segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per gli Affari Interni.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy