San Marino. “Bloccheremo ogni forzatura, le indagini devono essere fatte”

L’Informazione di San Marino : “Bloccheremo ogni forzatura, le indagini devono essere fatte” / Opposizione riunita a Domagnano torna all’attacco: “Da una parte della maggioranza è in atto un vero colpo di stato

SAN MARINO. Le minoranze chiamano a raccolta, a Domagnano, i propri simpatizzanti e lanciano l’ennesimo attacco al Governo. Giustizia e operazioni finanziarie nel mirino, parlando di nuovo di un tentativo di “forzature e pressioni” che “vanno bloccati”. Secondo gli esponenti dell’opposizione, quindi, magistratura e banche sono i due capisaldi da osservare e proteggere. Pdcs, Rete, MdSi, Ps, Psd ripercorrono le tappe di quanto accaduto in questi mesi fino allo scontro attorno al tema giustizia. Si parte, quindi, dal “Caso titoli” e la contestata acquisizione da parte di Banca centrale tramite il Cis. Vicenda su cui il Tribunale ha aperto un’indagine. Poi le dimissioni dei tre commissari di minoranza (Roberto Ciavatta di Rete, Massimo Andrea Ugolini, Pdcs, e Denise Bronzetti, Ps) dalla Commissione Giustizia, fino alla nota dei 25 consiglieri di opposizione che parlava di “colpo di Stato” e “pressioni in atto sulla Magistratura” . (…)

Leggi l’intero articolo pubblicato dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy