San Marino. Arriva in appello il caso dei 6 miliardi dal Giappone non segnalati

Antonio Fabbri – L’Informazione di San Marino: Caso dei 6 miliardi dal Giappone, appello per Giannini e Vivoli / La procura fiscale e le parti civili chiedono la conferma della decisione di primo grado. Le difese l’assoluzione

SAN MARINO. Arriva in appello il caso dell’omessa segnalazione di una transazione da sei miliardi di dollari che portò al rinvio a giudizio dell’allora direttore di Banca Centrale, Mario Giannini, e dell’ex membro della vigilanza, Andrea Vivoli che ieri, presente al processo, ha preso la parola per la prima volta durante la vicenda giudiziaria che lo ha interessato.
Prima a parlare davanti al giudice David Brunelli, l’avvocatura dello Stato, con l’avvocato Simona Ugolini, parte civile per conto dell’Eccellentissima Camera.
L’avvocatura ha chiesto la conferma della sentenza appellata. Così anche l’avvocato Lorenzo Moretti, parte civile per conto di Bcsm. “C’era consapevolezza di agire come soggetto designato e consapevolezza di omettere la segnalazione”, ha rimarcato l’avvocato Moretti richiamandosi alle conclusioni e chiedendo l’intgrale conferma della sentenza di primo grado.
Anche il procuratore del fisco Roberto Cesarini ha chiesto a sua volta la conferma della condanna. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato il giorno dopo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy