San Marino. Evasione fiscale e sede fantasma: il Titano coinvolto in un nuovo caso

La Serenissima: Evasione fiscale e sede fantasma, sequestri per 1,2 milioni di euro / Il Titano coinvolto in un nuovo caso portato allo scoperto dalla Guardia di Finanza di Pesaro

SAN MARINO. La Guardia di Finanza di Pesaro ha sequestrato ville e capannoni industriali per un valore di circa 1,2 milioni di euro euro, in esecuzione di una misura cautelare emessa nell’ambito di un procedimento di prevenzione previsto dal Codice Antimafia.
“Gli immobili sequestrati – si legge in una nota della compagnia delle Fiamme Gialle di Pesaro, pubblicata sul sito internet del quotidiano italiano ‘Il Resto del Carlino’ – sono riconducibili a un imprenditore residente nella provincia e operante nel settore del commercio di prodotti per la casa, già denunciato dalle Fiamme Gialle pesaresi alla locale Autorità giudiziaria per aver commesso gravi reati fiscali finalizzati a occultare al fisco i proventi derivanti dalla gestione di due società, una italiana e l’altra ‘esterovestita’, formalmente con sede nella Repubblica di San Marino, ma di fatto diretta dall’Italia. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy