San Marino. Giancarlo Ghironzi sul caso Moro, Agenzia AGI

SAN MARINO. I sammarinesi hanno sempre seguito con grande partecipazione il rapimento di Aldo Moro, il politico italiano che grazie all’opera del Segretario agli Esteri, Federico Bigi, tolse dall’art. 1 della Convenzione Italo-sammarinese del 1939, l’espressione “amicizia protettrice“, aprendo la strada alla nomina di ambasciatori ed alla adesione  di pieno diritto  della Repubblica agli organismi internazionali, fino all’ingresso nell’Onu. 

Ecco un lancio dell’Agenzia AGI a firma di Vincenzo Castellano

Moro:ex reggente S.Marino,Andreotti intui’ falsita’ lago Duchessa
R01 – 19:21:46 26/12/17
(AGI) – Roma, 26 dic. – Giulio Andreotti intui’ subito che il comunicato numero 7 delle Brigate Rosse che indicava il lago della Duchessa come luogo dove cercare il cadavere di Aldo Moro era un falso. Ad affermarlo in un’intervista al magazine sammarinese SUPER e’ Giancarlo Ghironzi, 87enne, medico e gia’ primario cardiologo, due volte Capitano Reggente (capo di Stato) di San Marino e all’epoca del sequestro Moro ministro degli Esteri della piccola Repubblica tra l’Emilia Romagna e le Marche.
“Ricordo l’aprile del 1978, quando a seguito del sequestro di Aldo Moro andai a manifestare la solidarieta’ sammarinese – racconta Ghironzi al giornalista Michele Bovi – Incontrai prima Zaccagnini (allora segretario nazionale della Dc, ndr), poi il presidente del Consiglio Andreotti: ero nel suo ufficio quando lo avvisarono del ritrovamento di un comunicato delle Brigate Rosse che indicava il lago della Duchessa quale luogo dove cercare il cadavere di Moro. La reazione di Andreotti fu immediata, disse: ‘e’ falso, non diamogli retta’, sorprendendo me e i suoi informatori. Qualche giorno dopo il documento si rivelo’ effettivamente fasullo, null’altro che un tentativo di depistaggio delle indagini. Andreotti aveva avuto un’intuizione stupefacente”.

Leggi sull’iniziativa di Forum del Dialogo: Guido Formigoni ha presentato “ALDO MORO lo statista e il suo dramma”

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy