Rimini. Nella nebbia in contromano in A 14 si schianta sull’auto della polizia

Corriere Romagna: Nella nebbia in contromano in A 14 si schianta sull’auto della polizia / Al volante di una Opel un pensionato 72enne di Santarcangelo in viaggio in senso opposto per 10 chilometri / L’uomo dopo l’incidente è stato ricoverato in ospedale Contusi i due poliziotti coinvolti nello scontro e poi sottoposti a cure

RIMINI. Dieci chilometri, contromano in autostrada, prima di schiantarsi contro la fiancata della pattuglia della polizia autostradale che stava avvertendo gli automobilisti in transito del pericolo. Sono stati minuti di caos totale quelli vissuti all’alba di ieri da automobilisti e poliziotti in servizio sulla corsia nord dell’A14 nel tratto tra Fano e Pesaro. A scatenare il panico un automobilista 72enne di Santarcangelo arrivato nelle Marche,altezza Loreto,alvolante della propria Opel Corsa, per motivi misteriosi anche per la famiglia, è uscito e rientrato contromano in autostrada. L’allar me Erano circa le 6 quando i primi automobilisti, che in mezzo alla nebbia si sono imbattuti nell’uti – litaria che viaggiava contromano, hanno chiamato la Polstrada. A quell’ora, fortunatamente, il traffico era scarso e, anche per questa concomitanza, non si sono registrati incidenti. Il rischio, comunque, è stato da allarme rosso visto che l’Opel ha viaggiato almeno per una decina di chilometri sulla corsia nord, in senso opposto, con una andatura zigzagante. Quando il telefono della polizia a ha iniziato a squillare l’anzia – no romagnolo aveva appena superato la galleria di Novilara e si stava dirigendoverso ilcasello di Fano dove ha trovato una pattuglia pronta ad entrare in azione. Come si dice: gli uomini giusti al posto giusto. Ancora al vaglio degli agenti i filmati a disposizione lungo il tragitto per capire la dinamica esatta dell’accaduto . L’uomo potrebbe aver sbagliato senso di marcia dopo essersi fermato in una piazzola o dopo una sosta al parcheggio dell’a ut ogrill. Il 72enne, in forte stato confusionale, non ha saputo dare spiegazioni. Né perché si fosse recato dalla Romagna a Loreto né perché, dopo, avesse compiuto quella pericolosissima manovra. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy