San Marino. Il Fmi avrebbe chiesto la privatizzazione della Carisp, Ilaria Vesentini, IlSole24Ore

SAN MARINO. Dopo Nino Sunseri di  Libero ecco Ilaria Vesentini di IlSole24Ore  a dare la propria interpretazione del  recente rapporto tecnico  del Fondo Monetario Internazionale, oggetto di molta attenzione anche a San Marino come si evince dalla analisi pubblicata proprio oggi da L’Informazione di San Marino.
 
Titolo: Credito. Dal Fondo focus su Npl e stabilità finanziaria della Repubblica del Titano / Fmi: privatizzare Cassa San Marino  / Il Segretario alle Finanze Celli: «La Cassa va ricapitalizzata e riportata in bonis Il 2018 sarà l’anno delle riforme e di una strategia complessiva su tutto il settore bancario»
 
«Ricapitalizzare e privatizzare il sistema bancario, spingere l’Asset quality review, esternalizzare la gestione degli Npl e accelerare le riforme strutturali, a partire dall’introduzione dell’Iva e dalla spending review». È un appello al Governo di San Marino a intervenire – e in fretta – per salvare la stabilità della città-Stato, quello che il Fondo monetario internazionale ha lanciato chiudendo questa settimana la sua 12esima missione annuale (ex articolo IV) sul Titano. 
Il report dettagliato, come mai nelle precedenti visite della delegazione da Washington, riconosce il miglioramento del contesto economico sammarinese dopo il decennio di crisi che ha falcidiato un terzo del Pil (+2% la crescita dell’output nel 2016, +1,5% nel 2017 e un +1,3% previsto quest’anno), ma mette in guardia dal rischio al ribasso legato alla situazione bancaria fragilissima: i sei istituti di credito superstiti a fine 2016 hanno in pancia crediti deteriorati lordi per 1,8 miliardi, pari al 113% del Pil (stime Fmi) e a oltre la metà degli impieghi.  (…) 
«Una privatizzazione di Crsm non è all’agenda del Governo, prima va ricapitalizzata e riportata in bonis», avverte il segretario di Stato alle Finanze, Simone Celli, rispondendo all’indicazioni in tal senso del Fmi. (…) 
 
Leggi l’articolo di Ilaria Vesentini, IlSole24Ore, pubblicato il 22 gennaio.
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy