San Marino. Legge sulla cittadinanza: il Comites propone riduzioni sulla tempistica

La Serenissima: Legge sulla cittadinanza, il Comites propone riduzioni sulla tempistica

SAN MARINO. I vertici del Comites San Marino hanno incontrato il segretario generale della Confederazione sammarinese del lavoro, Giuliano Tamagnini, e il segretario generale della Confederazione democratica lavoratori sammarinese, Riccardo Stefanelli, per confrontarsi su due progetti di legge di iniziativa popolare riguardanti rispettivamente la modifica della normativa sulla cittadinanza e la modifica della legge sulle Giunte di Castello. Entrambi i progetti di legge, si legge in una nota congiunta di Csu e Commites, sono stati depositati dal Comites San Marino alla Segreteria istituzionale nel novembre scorso. “I dirigenti sindacali – dichiara Alessandro Amadei, vicepresidente del Comites San Marino – hanno preso atto del disagio degli italiani residenti a San Marino in merito alle differenze presenti nell’attuale normativa sulla cittadinanza che riserva ai cittadini sammarinesi naturalizzati un trattamento diverso rispetto a quello riservato ai cittadini sammarinesi di nascita. Infatti, per ottenere la cittadinanza sammarinese per naturalizzazione i cittadini italiani residenti devono rinunciare alla cittadinanza di provenienza, mentre i cittadini sammarinesi di nascita mantengono la doppia cittadinanza nel caso in cui uno dei due genitori sia straniero”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy