Rimini. Danneggia l’auto della ex convivente e sferra un pugno al titolare di un bar

RIMINI. Un quarantenne, destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex convivente, è stato stato fermato da una volante della Polizia di Stato, allertata da un testimone, per avere danneggiato l’auto della ex sotto casa. Lo stesso si era reso responsabile di aggressione al titolare di un bar della zona. Nei suoi confronti è stato emesso l’obbligo di dimora presso la propria abitazione con divieto di allontanamento durante le ore notturne.

[c.s.] Un equipaggio di volante è intervenuto a Rimini nella zona adiacente il casello autostradale di Rimini sud, ove un quarantenne, malgrado fosse destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex convivente, si era recato presso il parcheggio condominiale ove la stessa risiede, per danneggiarne l’autovettura privata.
Il giovane, durante le fasi di danneggiamento e la precipitosa fuga era stato notato da un testimone che, prontamente, aveva segnalato l’accaduto alla Polizia di Stato.
All’identità del giovane gli Agenti erano giunti da un rapido accertamento sul posto e nelle immediate adiacenze, ove erano stati raccolti precisi elementi e notizie, tra le quali quella che lo stesso si era reso responsabile anche di una aggressione al titolare di un bar della zona, al quale aveva sferrato un pugno.
Ricostruita l’intera vicenda, i Poliziotti richiedevano l’immediata valutazione da parte dell’Autorità Giudiziaria dell’aggravamento delle misure a tutela della donna. Richiesta che veniva accolta con la tempestiva emissione dell’obbligo di dimora del giovane presso la propria abitazione con divieto di allontanamento durante le ore notturne.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy