Rimini. Fiera, i conti tornano: ai soci 5,5 milioni di euro

Il Resto del CarlinoFiera, i conti tornano: ai soci 5,5 milioni di euro

RIMINI. Alla fiera i conti tornano. Per Ieg, il gruppo nato dalla fusione delle fiere di Rimini e Vicenza, il 2017 si è chiuso con un fatturato pari a 130,7 milioni (+4,7% sul 2016) e un utile netto di 9,1 milioni, con un balzo in avanti del 42,1% nel confronto dell’anno precedente. Il bilancio consolidato, approvato ieri dal consiglio d’amministrazione, ha visto nel 2017 il margine operativo lordo salire a 23,2 milioni (+ 5,4% sul 2016). Aumentano i ricavi, ma crescono anche i debiti del gruppo, per effetto degli importanti investimenti fatti, in particolare i 23 milioni spesi per la riqualificazione e l’ampliamento dei quartieri. Il 2017 si chiude così con un debito di 51,3 milioni, contro i 40,5 del 2016. Ma «la crescita dell’indebitamento – osserva la fiera in una nota – è inferiore alle attese e il rapporto tra volume d’affari e livello del debito è perfettamente affrontabile». Ancora numeri: nel 2017 Rimini e Vicenza insieme hanno organizzato 59 fiere e 280 tra congressi ed eventi, con 15.649 espositori presenti e 2.648.675 visitatori. Dati che posizionano Ieg al secondo posto tra le fiere italiane per volume di fatturato e al primo per manifestazioni organizzate direttamente e redditività. «Anche quest’anno – osserva il presidente Lorenzo Cagnoni – distribueremo 5,5 milioni di euro di dividendi ai soci (a 18 centesimi ad azioni)». Soldi destinati, in parte, a pagare la rata dei mutui contratti per la costruzione del Palacongressi di Rimini.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy