Rimini. Si recide l’arteria femorale, muore imprenditore di 40 anni

Enrico Chiavegatti – Corriere RomagnaCon la sega si recide l’arteria femorale / Muore imprenditore di 40 anni / La vittima, Daniele Magnani di Bellaria, stava lavorando nella caserma dei carabinieri di Vibo Valentia

BELLARIA IGEA MARINA. Ucciso dalla lama della sega circolare mentre fa manutenzione all’interno del poligono di tiro in una caserma dei carabinieri in Calabria. È al momento l’inspiegabile dinamica dell’incidente costato la vita all’imprenditore bellariese Daniele Magnani, 40 anni, figlio di uno dei soci della Gebim, importante impresa con sede in via Gagliani 3 a Igea Marina, specializzata nella posa di impianti fotovoltaici e nella costruzione di poligoni virtuali realizzati con il Sistema interattivo addestramento al tiro (Siat). (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy