L’Università di San Marino inclusa in un progetto di ricerca della Commissione europea

SAN MARINO. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell’Università di San Marino.

[C.S.] L’Università degli Studi della Repubblica di San Marino allarga la propria rete di collaborazioni internazionali con la partecipazione a uno dei bandi del progetto Erasmus Plus, il programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport finanziato dalla Commissione Europea. Nello specifico, il Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali dell’Ateneo sammarinese sarà parte della ricerca “Challenges to democracy and social life in European small states”, con l’obiettivo di comparare la situazione dei piccoli Stati del continente in ambiti come il sistema politico, la vita sociale, la migrazione, l’integrazione, lo sviluppo, l’occupazione e le sfide economiche. Ciò attraverso un lavoro che coinvolgerà l’Università del Titano insieme ai seguenti Atenei: Liechtenstein-Institut, Sihtasutus Poliitikauuringute Keskus Praxis Tallin, University of Iceland, Universite Du Luxembourg, Universita Ta Malta, Universitat d’Andorra, University of Montenegro, University of Nicosia.

Inclusa nel settore della “Cooperazione internazionale per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche nel campo della ricerca”, la fase operativa dell’iniziativa prenderà il via nel settembre prossimo e avrà una durata di tre anni. “La partnership strategica si concentra sulla situazione nei piccoli Stati europei comparandoli su vari argomenti e mettendo a disposizione del pubblico il lavoro di ricerca – spiega Michele Chiaruzzi, direttore del Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali – ogni istituto lavorerà in proprio e in rete con gli altri, partecipando fra le altre cose a incontri annuali nei diversi Stati partecipanti per elaborare gli esiti delle ricerche”.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy