Rimini. «Nessuno l’ha riconosciuto, Butungu condannato senza prove»

Il Resto del Carlino : «Nessuno l’ha riconosciuto, Butungu condannato senza prove» / I difensori ricorrono in Appello: «Minorenni inattendibili»

RIMINI. «NESSUNO lo ha riconosciuto, gli elementi a carico di Guerlin Butungu sono insufficienti. I tre minorenni sono testimoni inattendibili. Per questo il nostro assistito va assolto. Per insussistenza, ovvero per non aver commesso il fatto». Lo hanno scritto nero su bianco Riziero Angeletti e Francesco Zacheo, i difensori di Guerlin Butungu, il ventenne congolese condannato in primo grado a sedici anni di reclusione per il duplice stupro di agosto ai danni di una turista polacca e di una trans peruviana oltre alle rapine ed alle lesioni messe a segno in quel maledetto agosto (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy