Rimini. Al Parco Marecchia “altari” e rito della Santeria

Andrea Rossini – Corriere RomagnaAl Parco Marecchia “altari” e rito della Santeria

RIMINI. Chiamano i carabinieri forestali per segnalare la presenza di “polpette avvelenate nella zona del parco Marecchia, ma i militari si trovano alle prese con qualcosa di diverso e inatteso. Quel cibo, e la sua singolare presentazione, sono con ogni probabilità delle offerte propiziatorie di viveri a qualche oscura divinità. Rituali simili a quelli della “Santeria”, forma religiosa tradizionale praticata originariamente dagli schiavi africani e diffusasi, mista a tratti del cattolicesimo, tra i loro discendenti soprattutto a Cuba, ma anche in Brasile, Porto Rico e quindi, polpette (ma anche monete, conchiglie e composizioni floreali) potrebbe trattarsi della “devozione” di qualche immigrato latinoamericano residente nella zona. I resti trovati ieri lungo la ciclabile Marecchia, non sono dissimili da quelli segnalati per la prima volta dieci giorni fa vicino alla zona dei campi sportivi. I carabinieri forestali hanno effettuato prelievi e sono in attesa dell ’esito delle analisi affidate all’istituto zooprofilattico di Forlì. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy