San Marino. Medici, Dott. Soragni: “Show dei contratti ad personam”

SAN MARINO. “Perché si preferisce pensionati d’oltre confine ai professionisti sammarinesi conosciuti nel nostro territorio?”. Il dott. Oliviero Soragni, ex primario dell’Ortopedia di San Marino, replica alle dichiarazioni rilasciate dal segretario Santi sulle strategie di gestione dell’Iss e in particolare  sulla problematica dell’incompatibilità della pensione con la libera professione. 

Nel 2017/2018 abbiamo visto incrementare il numero dei medici in fuga! Ma quello che più sconvolge è lo show dei contratti ad personam a cui assistiamo tutti i giorni con superamento in alcuni casi dei tetti degli stipendi e non fa certo bene all’opinione pubblica, al personale medico che vi lavora, all’economia del nostro ospedale e del nostro paese, visto che vengono chiesti sacrifici e molti farmaci non son più mutuabili!  “Serenità ed equità di trattamento per il personale già in servizio” (come dice lei) non hanno bisogno di una nuova legge ma solo di buon senso da parte di chi stipula questi contrattati. Riaffermo come in territorio sia presente una risorsa umana fatta da medici in pensione e di libero professionisti che per anni hanno lavorato presso l’istituto e costituiscono tutt’ora nel privato un punto di riferimento; perché vengono ignorati? Perché si preferisce pensionati d’oltre confine ai professionisti sammarinesi conosciuti nel nostro territorio?

Continua a leggere la risposta

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy