San Marino. Agenzia per lo sviluppo: in aula è scontro tra maggioranza e opposizione

L’informazione di San Marino: Agenzia sviluppo, l’aula è bollente / Scontro maggioranza-opposizione / “Il provvedimento toglie burocrazia e scartoffie”, “Un contenitore senza contenuto”. Timori dalla Csu

SAN MARINO. Posizioni opposte, metodi politici differenti, nessun accordo. Maggioranza e opposizione non si ritrovano su nulla. E, una volta in Consiglio, sfogano la loro diversità attaccandosi su tutto. Banche, sviluppo, occupazione. Ogni provvedimento è buono per suonarsele di santa ragione. Come nel caso del decreto per la costituzione della nuova “Agenzia per lo sviluppo-Camera di commercio” portato  all’attenzione dell’Aula dal Governo. Una società a capitale misto (dove l’Eccellentisisma Camera dispone del 51% delle azioni) col compito di promuovere il sistema, trovare investitori e assistere imprenditori e aziende. (…)

Zeppa, Rete: “Siamo all’ennesimo bel contenitore senza contenuto, sul cui possibile direttore è stato cucito un vestitino su misura”. Per Marianna Bucci, Rete la Camera di commercio viene di fatto snaturata dal suo ruolo autonomo: “In questo decreto il legame con lo Stato è portato all’ennesima potenza, nel finanziamento e nella presenza nel cda. Il rapporto è parassitario, non di opportunità. Una Camera di commercio autonoma avrebbe interesse diretto ad allargare platea di contribuenti e attirerebbe imprenditori seri, che arrivano per restare, non mordi e fuggi”. E Alessandro Mancini, Ps, aggiunge: “L’Agenzia per lo sviluppo sembra la ramificazione della Pa. Invece, il cuore dovrebbero essere gli operatori economici, non la politica”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy