Rimini. «Temevo di fare la stessa fine di Tamara»

Il Resto del Carlino«Temevo di fare la stessa fine di Tamara» / La compagna del fratello del killer è fuggita di casa con il figlioletto

RIMINI. È fuggita di casa, ha detto, per la paura di fare la stessa fine di Tamara Monti. Il suo compagno era il fratello di Alessandro Doto, il giovane che ha ucciso ‘la ragazza dei delfini’, travolto da un raptus di violenza. Lei stava con Samuele, il fratello di Alessandro, e quando tra loro hanno cominciato a sorgere i primi problemi, aveva paura che potesse avere gli stessi ‘problemi’ di Alessandro, e l’ha denunciato per maltrattamenti. L’uomo per questo è già stato condannato, mentre qualche giorno fa è stato assolto dalla stessa accusa nei confronti stavolta del figlioletto. Samuele Doto, assistito dall’avvocato Stefano Caroli, si è sempre professato innocente da tutte le accuse. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy