San Marino. Casa Franciosi, Michelotti: “Sveliamo l’arcano”

SAN MARINO. Il SdS Michelotti interviene in merito all’acquisto della nuova sede per la Segreteria di Stato al Territorio, Ambiente e Turismo.

Dov’è e quanto è costata

Sveliamo un arcano. Ovvero, chiariamo dov’è e quanto è costata la sede della Segreteria di Stato al Territorio, Ambiente e Turismo. In merito ad alcune dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa relativamente ai costi sostenuti da questa Amministrazione per lo spostamento della sede della Segreteria di Stato Territorio, Ambiente e Turismo, colgo l’occasione per precisare quanto segue: è stata diramata, da parte di alcune forze politiche di minoranza artatamente e con l’intenzione di diffondere informazioni sbagliate e tendenziose, la notizia che la “nuova sede della Segreteria al Territorio, Ambiente e Turismo” sia stata realizzata con costi esorbitanti (faraonici) pari a una cifra di 650.000 €.  In realtà il Congresso di Stato, esercitando il diritto di prelazione su un edificio di interesse storico messo in vendita da privati cittadini, sulla base di quanto indicato dalla Commissione per la Conservazione dei Monumenti (CCM), ha acquistato, in Contrada Omerelli, un immobile di alto valore storico, risalente al XVI secolo, al prezzo di € 590.000. A tutt’oggi tale immobile non è ancora nella disponibilità dello Stato che lo sta acquistando con pagamento rateale suddiviso su tre esercizi finanziari per non incidere troppo sul bilancio dello Stato. Naturalmente questi sono investimenti che lo Stato fa per aumentare il suo patrimonio immobiliare che avrà così un aumento di valore; non sono spese correnti che svaniscono nel giro di un sospiro ed è stata questa la logica che ha spinto la Segreteria al Territorio a promuoverne l’acquisto

Casa Franciosi

Di altro tenore è l’argomento relativo alla nuova sede (ex Casa Franciosi) in cui la Segreteria di Stato Territorio, Ambiente e Turismo si è trasferita più di un mese fa; la ex Casa Franciosi è stata ristrutturata in anni passati da altri governi e destinata a sede di Segreteria di Stato, qualunque essa fosse. A questo Governo, la sede ex Casa Franciosi, non è costata nulla, era lì, finita, pronta (abbiamo solo dovuto risolvere alcuni problemi per la chiusura del cantiere) e completamente vuota; per cui la favoletta ipocrita e scorretta messa in piazza dall’opposizione che afferma che la Segreteria al Territorio si è dotata di lussuosa sede con spargimento di euro in abbondanza è una vera e propria falsità che è stata fatta bere ai cittadini (purtroppo è questa l’opposizione che abbiamo).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy