San Marino. La riassegnazione delle frequenze che preoccupa la San Marino RTV

Antonio Fabbri. L’informazione di San Marino: La riassegnazione delle frequenze che preoccupa la San Marino RTV / Alla base la rinegoziazione dell’accordo con l’Italia in materia e il contributo di oltre 3 milioni.

SAN MARINO. A Rtv la questione frequenze sta creando preoccupazione. E’ di venerdì l’ultimo incontro della Rsa dell’emittente il Senatore Barboni di Forza Italia. Nei prossimi giorni La Rappresentanza Sindacale Aziendale ha annunciato RSA che si attiverà per incontrare anche gli altri parlamentari – di Lega e 5Stelle – eletti nel Riminese. Ma da cosa nasce questo subbuglio? Dalla riassegnazione delle frequenze delle trasmissioni dell’area mediterranea avvenuta a fine mese. Nei mesi scorsi – riferisce il sito specializzato newsline.it – è stato firmato, fra gli altri, un accordo multilaterale tra le amministrazioni di Albania, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, San Marino e Slovenia “sui principi di ripianificazione per il piano delle frequenze che concerne il futuro dei network della Televisione digitale terrestre nella banda delle frequenze 470-694 MHz (nell’area costiera del Mare Adriatico ed Ionio)”. (…)

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 22

Leggi anche l’articolo di Mauro Roffi (newslinet.it): San Marino Rtv, quali frequenze e quale copertura nel nuovo scenario DTT?

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy