San Marino. “Influenze indebite del capitale finanziario nei sistemi politici dei microstati”

SAN MARINO. “Influenze indebite del capitale finanziario nei sistemi politici dei microstati del Consiglio d’Europa”. E’ questo il titolo di una mozione presentata dal consigliere di Rete, Marco Nicolini, all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa a Strasburgo. 

L’esosa richiesta di risarcimento danni che qualche mese fa la società lussemburghese di Francesco Confuorti, Advantage Financial, ha presentato nei confronti del Consigliere Elena Tonnini, è uno schiaffo in faccia alla sovranità del nostro Stato. Prima di tutto perché l’oggetto della denuncia coincide con dichiarazioni rese dalla Tonnini nella sua funzione parlamentare, protetta da immunità, durante una seduta del Consiglio Grande e Generale in cui riportava proprio le influenze della società di Confuorti nel sistema bancario e finanziario sammarinese (in seguito emerse anche dal fascicolo del Tribunale sammarinese sul “Caso Titoli”). E in secondo luogo perché la denuncia arriva da un paese terzo, il Lussemburgo, dal quale si pretende di limitare la libertà d’espressione dei Parlamentari del nostro Paese. Non è quindi la difesa di un caso personale bensì di un caso di portata nazionale e, potenzialmente, internazionale.

Leggi l’intervento completo. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy