San Marino. I commissari di opposizione intervengono sui fondi pensione

SAN MARINO. “Per quale motivo, in una fase storica in cui ogni scelta ha un impatto sistemico, in cui lo Stato (ed in ultima istanza i cittadini) viene chiamato a ripianare su tutto, in cui ogni risorsa dello Stato rischia di essere utilizzato per finalità diverse da quelle originarie (come i fondi pensione da utilizzare come “polmone” per le banche), non c’è volontà di coinvolgere da parte delle istituzioni i responsabili principali della gestione di queste risorse?”. E’ l’interrogativo sollevato dai commissari di opposizione della IV Commissione, che interviene sul tema dei fondi di pensione.

In questo periodo si parla molto dei fondi pensione. La loro gestione è tema estremamente attuale alla luce delle numerose preoccupazioni emerse dalle forze sociali in serate pubbliche e comunicati dopo il disastro compiuto con il secondo pilastro nell’operazione titoli; ora maggioranza e governo già parlano dell’utilizzo dei fondi del primo pilastro per la “stabilità del sistema”. I fondi pensione si dovrebbero usare per salvare qualche banca? Questo rischia di avere un enorme impatto sul paese e sui cittadini.

Per questo motivo le forze di opposizione hanno presentato una serie di richieste per svolgere una serie di audizioni nella commissione preposta, la commissione IV alla sanità, dando priorità al tema della gestione delle pensioni.

Leggi l’intervento completo. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy