Rimini. Le imprese di Confindustria Romagna sempre più internazionalizzate

RIMINI. Delle 224 aziende che hanno partecipato all’Indagine, 142 sono della provincia di Rimini.  

[c.s.] Le imprese di Confindustria Romagna sono sempre più internazionalizzate.  

È quello che emerge dalla prima Indagine Internazionalizzazione di area vasta di Confindustria Romagna che ha coinvolto 224 aziende di Rimini e Ravenna.

217 di queste hanno dichiarato di avere contatti con l’estero. Un campione che, considerando il fatturato totale di tutte le imprese associate delle due province e rapportato al fatturato totale realizzato dalle 217 imprese, rappresenta oltre il 54,1% del fatturato globale. L’analisi settoriale si è concentrata sui comparti maggiormente rappresentativi dei due territori: metalmeccanico, alimentare, chimica e farmaceutica, abbigliamento, legno e mobile, gomma e plastica. 

Secondo i dati dell’indagine 2018, realizzata dal Servizio Economico – Ufficio Internazionalizzazione dell’Associazione, più della metà delle aziende campione (55,8%) dichiara di svolgere parallelamente attività di import/export; le aziende esclusivamente esportatrici corrispondono al 39,2% del campione, mentre si attestano al 5,1% del totale le aziende solo importatrici.

Leggi il comunicato integrale.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy