Rimini. «Slot spente negli orari più a rischio» Gloria Lisi propone un’ordinanza

Corriere Romagna: «Slot spente negli orari più a rischio» Gloria Lisi propone un’ordinanza / L’idea è di togliere l’alimentazione elettrica in determinate ore da rendere note con cartelli. Crescono le persone prese in carico dall’Ausl per dipendenze legate al gioco d’azzardo.

RIMINI. Dopo Bologna, anche il Comune di Rimini sta studiando un’ordinanza per limitare l’orario di accensione delle slot e favorire il controllo da parte delle forze dell’ordine. Lo fa sapere la vicesindaco Gloria Lisi che vuole arrivare appunto a «un provvedimento in grado di ridurre sul territorio comunale di Rimini, in modo permanente, gli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco con vincita in denaro». La proposta, spiega, incide su due aspetti «della psicologia del giocatore, l’aumento dell’offer – ta di giochi di azzardo e la facile accessibilità ai vari tipi di gioco, sia a livello spaziale, sia a livello orario». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy