San Marino. “Scuola, i sindacati criticano il decreto. Ma ci spieghino: dove sono questi tagli?”

L’informazione di San Marino: “Scuola, i sindacati criticano il decreto. Ma ci spieghino: dove sono questi tagli?”.

SAN MARINO. Intervista ad Ingrid Casali, già docente di lingua inglese nella Scuola Secondaria Superiore e membro del Coordinamento di Repubblica Futura.
Prof.ssa Casali, come valuta il livello della scuola sammarinese?
“Intanto vorrei chiarire che non esprimo giudizi ma le mie sono opinioni e osservazioni basate sulla mia esperienza lavorativa di 36 anni di insegnamento della lingua inglese, dal 1978 al 2014, anno del mio pensionamento. La formazione e l’evolversi della didattica accompagna il docente per tutto l’arco della vita professionale, per cui la didattica è un work in progress con variabili ed aggiustamenti continui. La scuola ha seguito i vari processi di cambiamento della società, del nucleo familiare, dello sviluppo dello studente, fornendo basi di competenze e conoscenze efficaci per introdursi nel mondo del lavoro o per proseguire gli studi universitari. Confrontandoci con l’Italia possiamo anche dire che le strutture sono più che dignitose, complete di tutto, ma visto che siamo uno Stato, seppur minuscolo, possiamo e dobbiamo migliorare la qualità degli edifici e del corredo didattico. (…)

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy