Rimini. «Perseguita mia figlia, fermatelo o ci scappa il morto»

Il Resto del Carlino : «Perseguita mia figlia, fermatelo o ci scappa il morto» / Il giovane riminese ha già tormentato altre tre ragazze

RIMINI. «VIVIAMO nel terrore, un’ora dopo essere stato liberato dal giudice ci ha quasi buttato giù la porta a spallate. Se non fermano quel ragazzo, qualcuno finirà col rimetterci la pelle». Lui ha due costole rotte, mentre sua moglie è piena di lividi. Autore dell’aggressione, un 30enne riminese che ha ‘puntato’ la figlia di 22 anni (…)  

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy