San Marino. Il PSD preme per sospendere la richiesta di prestito internazionale

SAN MARINO il PSD spera ancora in un cambio di rotta nella politica economica del Governo “perché è scontato che il Segretario Celli non sia l’unico che deve essere additato quale responsabile dei misfatti descritti”.

Tutte le decisioni rilevanti prese negli ultimi due anni sono state gravemente affette da volontà distorsive di un gruppo di professionisti in Banca Centrale o scelti da Banca Centrale (Savorelli, Siotto, Mazzeo, Venturini, Sommella, Granata, Etc) e in Cassa di Risparmio (Borri, Cartenese, Cotella) eterodiretti da Francesco Confuorti.

Questo è ciò che emerge nell’ordinanza ma che per mesi le forze politiche di opposizione e non solo hanno segnalato, non ascoltate anzi derise, da governo e maggioranza.

Sono da rifare quindi il bilancio della mega-svalutazione, la valutazione degli NPL, l’analisi che ha condotto alla vendita dei NPL, le premesse che hanno determinato la chiusura di Asset Banca

La prova migliore di ciò è che l’attuale Consiglio d’Amministrazione di Cassa ha deciso di attribuire una nuova consulenza per l’analisi del bilancio e dei crediti dubbi. Speriamo che questa volta si prenda tutto il tempo necessario e che i conteggi non si basino sulle analisi precedenti perché, come ancora una volta emerge dall’ordinanza, anche le società di consulenza potrebbero essere state deviate dal gruppo di pressione di cui sopra.

Leggi il comunicato integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy