Rimini. Quattro denunciati dopo i controlli della Polizia di Stato questa mattina

RIMINI. [c.s.] “Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, lo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale.

I poliziotti delle Volanti della Questura di Rimini, unitamente al personale del Reparto Mobile di Bologna, hanno quindi effettuato nella prima mattinata di oggi alcuni controlli presso alcune strutture ricettive e presso strutture abbandonate del Comune.

I poliziotti hanno in particolar modo effettuato controlli presso un residence della zona sud di Rimini: gli accertamenti hanno permesso di identificare oltre 30 persone e soprattutto di individuare due trans di origini brasiliani, irregolari sul territorio, subito messi a disposizione dell’Ufficio immigrazione della Questura che ha predisposto i relativi provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale.

I controlli, sempre finalizzati a contrastare situazioni di degrado, hanno consentito nella successiva attività posta in essere presso un’altra struttura del capoluogo, di individuare e denunciare per invasioni di edifici, anche un cittadino tunisino del 1978, sorpreso all’interno di una camera di una struttura ricettiva sita in via Mantova chiusa per fine stagione. I poliziotti hanno verificato che l’uomo – che si è giustificato dicendo di essere rimasto senza casa e senza un lavoro –  è risultato essere entrato da una finestra della struttura trovata aperta.

Ulteriori controlli presso un’altra struttura ricettiva ha permesso invece di denunciare la titolare della struttura per la violazione delle vigenti disposizioni del testo unico in materia di leggi di pubblica sicurezza, per non aver comunicato all’autorità di pubblica sicurezza l’arrivo di una persona lì alloggiata, che ha dichiarato di essere priva di documento di riconoscimento.

Sono ancora in fase di verifica, da parte del personale della Divisione polizia amministrativa e sociale della Questura di Rimini, ulteriori eventuali responsabilità di tipo amministrativo.

E non è mancata neanche l’attività diretta alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito dei controlli eseguiti questa mattina, infatti, i poliziotti hanno rinvenuto in via Cirene un involucro bianco di plastica, nascosto tra una siepe, contenente decine di grammi di eroina suddivisa in dosi e parte in cristalli, subito posta sotto sequestro.

Complessivamente l’attività delle volanti ha consentito di identificare 120 persone e di controllare 35 veicoli elevando 15 verbali di contestazione per violazione delle disposizioni del codice della strada”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy