Santarcangelo (Rimini). Sei mesi in carcere ingiustamente Ora chiede il risarcimento danni

Corriere Romagna: Sei mesi in carcere ingiustamente Ora chiede il risarcimento danni / La signora, una 63enne, era accusata di maltrattamenti e stalking ai danni del figlio 40enne e della nuora.

SANTARCENGELO (Rimini). Era finita per sei mesi in prigione con l’accusa di maltrattamenti e stalking ai danni del figlio e della nuora, ma ora il tribunale di Rimini ha dichiarato la donna, 63 anni, incapace di intendere e di volere e l’ha assolta, senza applicare misure restrittive. Per questo motivo il suo legale, l’avvocato Matteo Sanzani del Foro di Bologna, annuncia la volontà di chiedere il risarcimento danni per ingiusta carcerazione. Le porte della sezione femminile del carcere di Forlì, per la 63enne colpita 15 giorni prima delle manette da un provvedimento che le impediva di avvicinarsi a figlio 40enne, nuora e nipotino, si erano aperte a ridosso del Ferragosto del 2017. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy