Rimini. Fiera, Marzotto si dimette in polemica «Con Cagnoni visioni opposte su tutto»

Corriere Romagna: Fiera, Marzotto si dimette in polemica «Con Cagnoni visioni opposte su tutto» / Il vice presidente di Ieg lascia a sorpresa il suo incarico prima della quotazione in Borsa e lamenta il mancato «rispetto istituzionale del socio di minoranza troppo spesso mal tollerato».

RIMINI. Matteo Marzotto lascia l’incarico e sbatte la porta contestando Cagnoni: «Il nostro modo di vedere è opposto praticamente su tutto». La polemica che ormai si trascinava da mesi all’interno di Italian Exhibition Group ha aggiunto ieri un ulteriore tassello che incrina i rapporti tra Rimini e Vicenza. Il vicepresidente esecutivo Marzotto di Ieg ha infatti dato le dimissioni prima dell’annunciata quotazione in Borsa della società fieristica, prevista per inizio dicembre. E come riportato dal Giornale di Vicenza, l’imprenditore ha anche inviato una lettera al presidente Lorenzo Cagnoni, carica di polemica. «Finalmente rassegno le dimissioni», ha scritto Marzotto lamentando il mancato «rispetto istituzionale del socio di minoranza (Comune, Provincia e Camera di commercio di Vicenza, ndr), troppo spesso mal tollerato e tenuto in disparte, anche in occasioni di importanti decisioni, come quella dell’assegnazione della progettazione per gli ampliamenti dei quartieri fieristici, portata in Cda dall’amministratore delegato Ravanelli a cose ampiamente fatte e per mera informativa». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy