San Marino. Questa è la settimana europea della riduzione dei rifiuti

SAN MARINO Le associazioni ambientaliste non perdono di vista l’obiettivo di ridurre al minimo la produzione dei rifiuti, auspicando un futuro più sostenibile e vivibile per la Repubblica, e più in generale per l’intero pianeta

[c.s.] Questa è la settimana Europea per la riduzione dei rifiuti. I rifiuti sono pericolosi, inquinano le nostre acque e l’aria che respiriamo. Mettono a rischio la vita nei mari ed entrano nella catena alimentare umana. I rifiuti sono costosi, li paghiamo quando acquistiamo beni, li paghiamo quando li impieghiamo nelle nostre attività economiche, li paghiamo quando non ci servono più perché vanno raccolti, separati ed infine smaltiti. I rifiuti principalmente costituiscono un problema e non dovrebbero mai essere considerati un valore.

Nel ricordare che le norme e le raccomandazioni che regolano la gestione dei rifiuti si fondano sulla strategia delle 5 R,ove la prima significa Riduzione e nella quali l’ordine non è casuale, vorremmo rammentare che le azioni di Riuso, Raccolta, Riciclo e Recupero sono rese praticamente inutilise non precedute dalla prima delle R. La strada della riduzione sembra finora praticamente inesplorata: crediamo vada percorsa e continuamente battuta e rinnovata. Le azioni dei cittadini sono importanti, ma possono assumere proporzioni notevoli solo se affiancate dalle iniziative delle aziende a loro volta supportate da provvedimenti istituzionali. 

Auspichiamo che il Paese intero possa collaborare ad una reale diminuzione dei rifiuti attraverso provvedimenti che favoriscano le attività economiche virtuose nel fornire ai cittadini la possibilità di limitare la quantità di rifiuti acquistata, nel perseguimento dell’obiettivo “rifiuti zero” fissato dall’ODG Consigliare approvato nel 2013. Pur riconoscendo la validità delle numerose iniziative presenti ed attive in Repubblica, che si adoperano per il riuso, il riciclo e che si impegnano nella raccolta differenziata, sollecitiamo la riflessione e la presa di coscienza su quanto poco si sia ragionato finora in termini di concreta riduzione.

Comitato per la sostenibilità ambientale San Marino

Elisa Castelli

Antonio Conti

Gabriele Geminiani

Marco Magalotti

Francesca Piergiovanni

Michele Stacchini

Lino Sbraccia

Karen Venturini

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy