Rimini. L’ultima crociata degli Albergatori: Booking, i prezzi non sono corretti

L’ultima crociata degli Albergatori: Booking, i prezzi non sono correttiRinaldis: «Imposta di soggiorno applicata senza considerare esenzioni, sconti e riduzioni».

L’Associazione Albergatori lancia una nuova“crociata” contro Booking, il portale di prenotazione turistica. Nel mirino una errata applicazione dell’imposta di soggiorno, grazie alla quale alla fine il risultato è: costi più alti e immagine della riviera danneggiata. Perché? La tassaviene aggiunta a prescindere, senza considerare esenzioni, riduzioni, “sconti”.

Prezzi scorretti
Allora. “Booking”è una piattaforma digitale di prenotazioni turistiche. Per dare un’id e a del giro d’affari, ogni giorno vengono acquistati più di 1,5 milioni di pernottamenti:dagli hotelagli appartamenti, dai bed and breakfast ai resort di lusso.
Ecco. Nel panorama on line, dal primo gennaio di quest’anno, è stata introdotta una novità, magari al primo sguardo sembra di poco conto, ma ilrisultato è quello di pubblicizzare un’immagine negativa, oltre a non dare informazioni corrette. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy