San Marino. SSD: “Pensioni, una riforma per mettere in sicurezza il sistema”

SSd torna su un tema che sta a cuore a molti sammarinesi, le pensioni. Il sistema così com’è concepito, infatti, non sarebbe, secondo i calcoli del partito di maggioranza, sostenibile a lungo termine. Pertanto è necessaria un riforma, che sia però graduale ed equa:

La riforma del sistema pensionistico risulta fondamentale e urgente per riequilibrare il rapporto fra contributi versati e pensioni erogate, ma questa necessità non deve modificare il principio della solidarietà fra le generazioni e fra le fasce sociali, che sta alla base del nostro Stato Sociale.

Nell’ipotesi che il sistema non cambi i calcoli attuariali portano a risultati preoccupanti; la vita media infatti si è positivamente allungata nel corso degli ultimi decenni e il numero di chi percepisce una pensione risulta in costante aumento:ha già superato quota 10.000.

Il rapporto fra pensionati e lavoratori è salito sopra quota 30% e non potrà certo diminuire, nonostante si stia registrando un ottimo andamento nell’incremento dei posti di lavoro.

Sulla base di queste analisi Sinistra Socialista Democratica si sta interrogando su quella che dovrà essere la miglior proposta che mantenga inalterato il sistema retributivo, unico garante dell’equità del sistema.

Leggi il comunicato integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy