Rete-Mdsi: ” Le politiche fallimentari e recessive di Adesso.sm”

I partiti di opposizione Rete e mdsi non condividono il lavoro svolto fino ad ora dal Governo e gettano le basi per la prossima legislatura: favorire l’assunzione prioritaria di sammarinesi e residenti e delineare in tempi brevi un realistico progetto di sviluppo che coinvolga l’intero Paese:

“Disoccupazione pressoché invariata, calo importante dei consumi, reddito medio delle famiglie a picco e boom del frontalierato con l’aumento degli occupati non residenti: queste sono alcune delle criticità sollevate dalla relazione UPECEDES (Ufficio Dati e Statistica di San Marino) pubblicata a novembre 2018. 

Numeri che certificano, ancora una volta, le politiche fallimentari e recessive realizzate da Adesso.sm e da coloro che guidano le Segreterie di Stato. 

Al contrario dei proclami governativi, negli ultimi due anni si è creata una vera e propria giungla normativa (decreti corretti da decreti, leggi di bilancio nelle quali si correggono addirittura singole frasi contenute in altre leggi, testi coordinati persi nella notte dei tempi, ecc.) ed è difficile non notare un aumento impressionante della burocrazia che affligge il nostro Paese.

Ormai è chiaro, almeno per noi, che non bastano degli incentivi per il rilancio dell’economia: negli anni si è incentivato e detassato di tutto, con l’unico risultato di impoverire ulteriormente il bilancio statale e il monte dei contributi versati, senza peraltro che ci fosse una sensibile diminuzione della disoccupazione”.

Leggi il comunicato integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy