Movimento Ideali Socialisti interviene nel dibattito sulla legge elettorale

“In attesa che la politica tutta si riappropri del proprio ruolo, assistiamo all’acceso dibattito tra le forze consigliari ed i comitati referendari sulla legge elettorale”.

Così esordisce Mis in un comunicato stampa in cui specifica che questo tema è “ad onor del vero, più caro agli addetti ai lavori che ai cittadini, i quali da molto tempo si interrogano sul proprio destino e su quello del Paese poiché sono tante le questioni aperte sul tavolo, alle quali nessuno sembra poter fornire delle soluzioni convincenti”.

“Ad ogni modo, Movimento Ideali Socialisti – continua la nota – ritiene opportuno continuare a ragionare sull’attuale legge elettorale, gravemente inadeguata rispetto alla nostra realtà politica odierna. A tal fine, giova ripetere che essa è nata per favorire la creazione di un sistema bipolare, seguendo la tendenza di allora nella vicina Italia. Cosa che è avvenuta unicamente nel 2006, quando si presentarono due sole coalizioni. Successivamente, ve ne sono state sempre tre, ma in futuro – come detto in precedenza – potrebbero diventare anche quattro o cinque e così via.

Questo fatto complica notevolmente le cose in quanto le legge elettorale attuale innesca un meccanismo perverso a causa del premio di maggioranza, previsto per il secondo turno. Con lo slogan “assicuriamo la governabilità”, sacrifichiamo uno dei principi cardine di ogni democrazia: la rappresentatività. Con questa scelta si concentra, di conseguenza, unicamente il potere nelle mani di una minoranza”.

leggi il comunicato integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy