“La corruzione privata è un reato”. La commissione dice sì alla legge

“La corruzione privata è un reato”. La commissione dice sì alla legge

Il pdl del Governo piace all’opposizione ma non alla Dc. Lonfernini: “Contrari alla metodologia di regolamentare la vita del Paese”. Rete propone anche un Odg rafforzativo

Nel primo giorno di lavoro della Commissione consiliare sono stati esaminati e approvati due progetti di legge. Il primo, quello sull’introduzione del “reato di corruzione privata nell’ordinamento sammarinese”, è stato approvato con 11 voti a favore, zero contrari e 2 astenuti, relatore unico è stato indicato nel consigliere Marianna Bucci, Rete. Come spiega il segretario di Stato Nicola Renzi, nella relazione al progetto, il provvedimento “risponde al primario obiettivo di introdurre nell’ordinamento sammarinese una categoria di reato attualmente mancante, cioè a dire quello di corruzione privata”. E di fatto “punta a recepire le raccomandazioni emanate dal Gruppo di Stati contro la Corruzione del Consiglio d’Europa (Greco) nei confronti della Repubblica di San Marino- sottolinea ancora il segretario – nel Rapporto sul Terzo Ciclo di Valutazione, adottato a Strasburgo il 18 marzo 2016”. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy