Operato alla prostata, muore d’infarto il giorno dopo. La famiglia deposita un esposto

Secondo San Marino Rtv L’Istituto per la Sicurezza Sociale “ha attivato un audit interno per verificare le procedure” riguardanti “la morte di un 64 enne di Gualdicciolo, lo scorso primo maggio”. 

A quanto si apprende, “dell’uomo che, sottoposto a intervento chirurgico alla prostata il 30 aprile, sarebbe morto per arresto cardiaco il giorno successivo, nonostante i tentativi di rianimarlo. Nel giro di poche ore mentre l’Iss avviava un riscontro diagnostico, la famiglia del sammarinese si rivolgeva all’avvocato Rossano Fabbri per depositare un esposto in tribunale contro ignoti”. 

I famigliari hanno anche richiesto di fare un’autopsia, già esplettata. “Dall’esame autoptico disposto dal magistrato ed eseguito nei giorni scorsi, sarebbero emersi diversi elementi che potrebbero fornire già alcune risposte”.

“L’operazione sarebbe riuscita – riposta San Marino Rtv -, quindi si indaga sulle complicazioni cardiologiche sorte subito dopo; in particolare sul rischio anestesiologico legato all’intervento e sul consenso informato sottoscritto dal paziente, come prevede la prassi in questi casi”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy