“Un referendum inventato dagli sconfitti delle elezioni”

Un referendum inventato dagli sconfitti delle elezioni

Carlo Franciosi del comitato “No ai ballottini”: “Si usano notizie false per alimentare malcontento”. E poi “non era Rete a rifiutare con sdegno ogni collaborazione con chi era stato alleato della Dc?”

Dopo le ultime elezioni le due compagini perdenti, pur essendo a rigor di logica agli antipodi per linea politica, per formazione culturale, per dimestichezza col comando, hanno immediatamente sacrificato i propri indirizzi sull’altare della immediata rivincita, facendosi forti da una parte del collaudato sistema di potere di cui usavano come sempre le leve e dall’altra dell’approssimazione un po’ presuntuosa del populismo imperante. Tutto ciò per provocare il fallimento del nuovo governo. Non essendoci riusciti hanno inventato un referendum sull’abrogazio- ne della legge elettorale che, pur non entrando nel merito della sopravvivenza dell’attuale governo, il quale gode di una solida e legittima maggioranza, dovrebbe servire a coagulare il malcontento rozzamente ingigantito dalla manipolazione dei soliti spacciatori di notizie false e inventate, malcontento nei confronti dei provvedimenti resi necessari dalla politica disonesta e disastrosa di chi ha governato negli ultimi 25 anni; (…)

Leggi l’articolo integrale di Carlo Franciosi pubblicato dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy