San Marino “risponde” alle conversazioni ILO

San Marino “risponde” alle conversazioni ILO

Per il centenario dell’Organizzazione (1919-2019) inviato un paper

ALESSANDRO CARLI Il mondo del lavoro è sottoposto a un processo di grandi cambiamenti che avvengono a una velocità tale da trasformare il lavoro come mai prima d’ora. I fattori che intervengono a influenzare queste trasformazioni sono molti: la globalizzazione e l’internazionalizzazione dei mercati, le tendenze demografiche, le innovazioni tecnologiche e i cambiamenti climatici sono solo alcuni dei fattori chiave del cambiamento.

L’Organizzazione Internazionale del Lavoro (…) al fine di comprendere e rispondere efficacemente a questi cambiamenti e far avanzare l’obiettivo della giustizia sociale, ha dato impulso a una serie di iniziative dedicate al “futuro del lavoro” e organizzate in occasione del suo centenario (19192019).

Anche la Repubblica di San Marino è stata chiamata a dare il suo contributo realizzando un corposo documento che ha coinvolto le associazioni sindacali e di categoria (ANIS, CSdL, CDLS, OSLA, UNAS, USOT e USC) oltre a una rappresentanza di Governo. Il gruppo di lavoro, creato nel 2016 e coordinato dall’avvocato Alessandro Bugli, ha consegnato il report che, partendo dall’analisi del contesto locale, arriva alle “risposte” richieste dalle “quattro conversazioni” lanciate nel 2015 dall’ex Direttore Generale ILO Guy Ryder: lavoro e società; organizzazione del lavoro e della produzione; lavoro dignitoso per tutti; governance del lavoro. (…)

Articolo tratto dal settimanale Fixing

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy