Il Partito Socialista chiede le dimissioni del governo

“La vittoria del SI, in occasione della consultazione referendaria di ieri sulla modifica della legge elettorale, è inequivocabile quindi sono del tutto superflui commenti o analisi su quanto accaduto”.

Lo afferma, in una nota, il Partito Socialista, che aggiunge “Ci dovremmo solo porre una domanda: che cosa accadrebbe, oggi in un altro Paese ?

Il Governo, dopo averci messo la faccia, dovrebbe mostrare il buon gusto di rassegnare le proprie dimissioni. La maggioranza, dopo aver costruito i comitati contrari, dovrebbe almeno ammettere che qualche problema c’è.

Sappiamo, però, che tutto questo non accadrà.

Il Governo si limiterà a prendere atto di quanto accaduto.

La maggioranza, dopo aver detto che non si tratta di un passaggio di tipo politico, dirà che han vinto i cittadini.

Quindi – in questo clima all’insegna del più classico “tirare a campare” – si archivierà frettolosamente una tornata referendaria che la dice lunga sul tasso di gradimento dei cittadini sul Governo.

Si tratta di una facile pronostico su cui siamo certi di non sbagliare: tutto in barba ai cittadini”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy