Donna picchiata dal convivente pugile «Sei una donna: devi stare al tuo posto»

Donna picchiata dal convivente pugile «Sei una donna: devi stare al tuo posto»

La polizia arresta un muratore quarantenne con la passione della boxe: maltrattamenti. All’arrivo degli agenti lei tremava di paura e lui ha cercato di metterli alla porta

ANDREA ROSSINI. «Tu sei una donna e devi stare al tuo posto: hai chiamato i poliziotti e li hai fatti entrare? Appena se ne vanno facciamo i conti». Alla fine dell’intervento gli agenti se ne sono andati, ma portandosi via anche l’uomo – unquarantenne di origine macedone con la passione per la boxe – arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La convivente, umiliata anche davanti alle divise, ha raccontato di aver preso le botte anche altre volte: stavolta era ridotta male, per farsi medicare, è andata al pronto soccorso. Il compagno, con il quale è fidanzata da tre anni, lavora come muratore e pratica il pugilato. «Non ho mai provato a lasciarlo per paura delle conseguenze». (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy