Invalido avvelenato con il topicida. È caccia al mancato assassino

Invalido avvelenato con il topicida. È caccia al mancato assassino

La procura della Repubblica ha aperto un fascicolo, l’ipotesi di reato è tentato omicidio

ENRICO CHIAVEGATTI. La certezza: il topicida che l’ha quasi ucciso per dissanguamento, non può averlo ingerito di sua volontà. È infatti bloccato, o meglio, immobilizzato da tempo in un letto, incapace di qualsiasi azione autonoma, compreso muovere le dita di una mano. Ai suoi bisogni ci pensano badanti e la donna con cui convive da una trentina di anni. Ecco perché assume i contorni del giallo alla Agatha Christie, il mistero su cui da mesi indagano la sezione di Polizia giudiziariadei carabinieri della procura della Repubblica di Rimini e il pubblico ministero Luca Bertuzzi. Tentato omicidio, si legge nell’intestazione della cartellina rossa sul tavolo del magistrato; manca però il nome del presunto colpevole. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy