San Marino. L’opposizione: “Conclamata la crisi di governo”

“La crisi del governo è oramai conclamata”.

Lo affermano Rete, Partito democratico cristiano sammarinese, Partito socialista, Partito dei socialisti e dei democratici, i consiglieri indipendenti Tony Margiotta, Giovanna Cecchetti e Dalibor Riccardi, spiegando in una nota congiunta che, durante l’Ufficio di Presidenza di oggi, gli esponenti di maggioranza hanno affermato che “non c’è più maggioranza e minoranza”.

“Non riuscendo più il governo a risolvere i problemi creati”, dichiarano le forze di opposizione, “è giusto che si coinvolga il Paese affinché tutto insieme reagisca alla drammatica situazione in cui si trova”.

Rete, Pdcs, Ps, Psd e i tre consiglieri indipendenti si trovano d’accordo sul fatto che “il Paese debba risollevarsi attraverso una nuova fase chiara, trasparente e che debba passare per regolari elezioni politiche al più presto”.

“Alla luce della crisi conclamata”, le forze politiche di opposizione annunciano infine che “riuniranno oggi i propri rispettivi gruppi per decidere come affrontare l’Ufficio di Presidenza di domani e deliberare sulla partecipazione al tavolo istituzionale per la legge di bilancio”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy