San Marino. Rete prende le distanze dagli irresponsabili

“L’irresponsabilità, o meglio l’incapacità di chi non riesce a gestire un tavolo di confronto, o intenderebbe usarlo solo per fingere un confronto che non c’è, non risiede certo tra i nostri banchi”.

A dirlo sono i membri Rete, spiegando in una nota che quando affermano che “non ravvediamo una forza propulsiva dei proponenti del tavolo, intendono dire che “chi dovrebbe gestire il tavolo, avendolo promosso, non lo sta in realtà facendo”.

“È stato il movimento a rispondere alle perplessità di parti sociali ed economiche per il ritardo con cui sono state convocate – manda a dire Rete -, nonostante non fosse di sua spettanza e nonostante da settimane esortasse il coinvolgimento di tutti gli interlocutori. È stato sempre il movimento a chiedere a tutte le parti di partecipare all’incontro con il Fondo monetario internazionale per presentarsi come corpo unico, come Paese unito nella gravità della situazione e nella volontà di risolvere le criticità che non hanno ricevuto risposte dagli ultimi esecutivi succedutisi”.       

Rete dichiara infine di credere nel confronto, “ma non può dare avallo a chi lo intende come un dibattito superficiale che mira, con miopia, a risolvere in poche ore problemi sedimentati che, al contrario, richiederanno lunghi mesi di trasparente discussione”. 

Ecco il testo integrale del comunicato 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy