San Marino. Md-Si: “Inaccettabili le regole imposte da Rete”

“Preso atto della mancanza di fiducia nei nostri confronti e della volontà di adottare norme e regole senza sostanziali cambiamenti, abbiamo ritenuto l’abbandono del rapporto politico con Rete l’unica strada perseguibile”.

Risponde così, in una nota, Movimento democratico San Marino insieme a Emanuele Santi e Augusto Gasperoni in seguito alla loro fuoriuscita.

“Abbiamo creato insieme a Rete il progetto Democrazia in movimento nel quale abbiamo creduto e ci siamo spesi al massimo delle nostre forze – dichiara Md-Si nello stesso comunicato -. Nello scorso agosto, a seguito di comportamenti personali di alcuni nostri aderenti, il direttivo di Rete ha deliberato che la fiducia nei confronti del nostro movimento era cessata, ritenendo necessarie nuove norme e regole fra le nostre forze, finalizzate alla tutela di entrambi i movimenti e al prosieguo del progetto comune“.

Norme e regole che, a larga maggioranza, sono state ritenute “inaccettabili” da Md-Si, “in quanto ‘lesive della dignità politica e personale degli aderenti al movimento’”.

Infine, l’invito a Santi e Gasperoni “a dare una lettura più oggettiva dell’accaduto in quanto rappresenta ancora, per noi, e immaginiamo anche per loro, una ferita dolorosa nel nostro percorso politico“.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy