San Marino. Comparsa una proposta contro la libertà di stampa

A San Marino c’è una Consulta per l’informazione e c’è pure un Codice deontologico e c’è pure una autorità Garante  per l’informazione

La frase è stata fatta notare, ieri, dai giornalisti presenti alla conferenza stampa di Rete

ANTONIO FABBRI- “L’informazione pubblica dovrà essere valutata nella propria obiettività da un comitato di cittadini”. La frase, che si commenta da sé, è contenuta in un comunicato a firma di “Domani in Movimento – Domani Motus Liberi – Rete Movimento Civico”.

Il tenore delle parole è tale che impone una riflessione anche perché fanno il paio, di fatto ufficializzandole, con le prese di posizione di qualche candidato retino che sostiene: “Sarà molto bello scrivere una seria legge sull’informazione, che premi la qualità e l’oggettività di quanto divulgato a mezzo stampa”.  (…) 

Ora, che in un comunicato ufficiale a firma congiunta e di coalizione, si proponga di istituire una sorta di tribunale del popolo che valuti se la stampa è conforme o meno al proprio criterio di obiettività, è quanto di più grave e inaccettabile si possa pensare, in evidente contrasto, tra l’altro, con la tutela dei diritti fondamentali. (…)

Articolo tratto da L’informazione

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy