Rimini. Il virus colpisce duro «Aziende in affanno»

Il virus colpisce duro «Aziende in affanno»

Sondaggio tra gli associati di Confindustria: già bruciati 26 milioni. Il presidente Paolo Maggioli: «Due mesi così non li reggiamo»

Nelle prime settimane dell’emergenza coronavirus sono sfumati 26 milioni di euro di fatturato, tra export e mercato nazionale, per 60 imprese aderenti a Confindustria Rimini. Per monitorare gli effetti di una emergenza che sta diventando planetaria, Confindustria ha chiesto agli associati delle tre provincie romagnole di rispondere a un questionario. La raccolta dei dati è avvenuta tra il 4 e il 9 marzo. I risultati pertanto sono recenti anche se la situazione economica muta di giorno in giorno, e da domenica notte si è di fatto entrati un una fase molto più stringente che inciderà ancor più sui fatturati delle aziende (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy