Rimini. Coronavirus, niente più chiusura totale per i sei Comuni

Emessa ieri sera un’ordinanza, valida sull’intero territorio regionale, tesa a limitare gli assembramenti fino al prossimo 3 aprile.

L’ha annunciato il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, spiegando ai cittadini che le disposizioni anti-contagio da coronavirus erano già state assunte in parte a livello comunale. Niente più chiusura totale, almeno per il momento, per i Comuni di Riccione, Misano Adriatico, Cattolica, Morciano, San Clemente e San Giovanni in Marignano per contenere il più possibile la diffusione del Covid-19 nella Provincia di Rimini.

Al fine di evitare assembramenti di persone, “sono chiusi al pubblico parchi e giardini pubblici”.

L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono “consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari)”.

Nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, “si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione”.

Al fine di ulteriormente contrastare le forme di assembramento di persone a tutela della salute pubblica sul territorio regionale, l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi del decreto ministeriale 11 marzo 2020, posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante, “è consentita lungo la rete autostradale (art 2, co. 2, lett. A del Codice della Strada) e lungo la rete delle strade extraurbane principali (art. 2 co. 2 lettera B del Codice della Strada); è consentita limitatamente alla fascia oraria che va dalle ore 6 alle ore 18 dal lunedì alla domenica, per gli esercizi posti lungo le strade extraurbane secondarie (art. 2 co. 2 lettera C del Codice della Strada); non è consentita nelle aree di servizio e rifornimento ubicate nei tratti stradali comunque classificati che attraversano centri abitati”.

AL

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy